Le ESPADRILLES sono normalmente scarpe basse, ma talvolta anche con il tacco alto, provenienti dalla Spagna, hanno forti legami storici con le regioni della Catalogna e dei Paesi Baschi. Espadrilla è un termine francese che deriva dalla parola in lingua occitana, che a sua volta deriva dal vocabolo catalano: espardenya. Le espadrilles vengono fatte nei Pirenei dell’Occitana e della catalogna dal XIV secolo almeno, e ci sono ancora negozi nei Paesi Baschi esistenti che fanno espadrilles da più di un secolo. Le espadrilles tradizionali hanno una tela superiore con la punta e tomaia tagliata in un solo pezzo, cucito con una corda unita ai lati.

Spesso avevano lacci avvolti intorno alla caviglia per tenere le scarpe al loro posto. Le espadrilles tradizionali sono indossate sia da uomini sia da donne. In Aragona queste scarpe sono chiamate espartenas, ma il termine più comune in spagnolo è invece alpargatas.

Dal lungo mare di Forte dei Marmi ai vicoli di Brera, le scarpe di tela con la suola in corda intrecciate fanno subito estate. Piacciono perché sono leggere, comode e semplici da abbinare. E le indossano con piacere anche gli uomini, sotto bermuda e jeans.

Il primo fu Yves Saint Laurent. Fu lui a innamorarsi delle espadrilles di Castaner e a trasformarle in un oggetto di culto in tutto il mondo. Dai piedi dei militari spagnoli della Guerra Civile ai red carpet, le espadrilles ne hanno fatta di strada, e in questi anni hanno subito una radicale trasformazione. La loro nascita si deve all’incontro tra i coniugi Castaner e Yves Saint Laurent a una fiera parigina: un colpo di fulmine che segnò il destino dell’azienda spagnola che prima d’allora non aveva mai messo “piede” nel mondo dell’alta moda.

Le scarpe di corda cominciano così a farsi spazio tra le passerelle degli anni Settanta e diventano il perfetto accessorio per gli abiti della maison francese. Oggi si abbinano a ogni stile, dall’hippie al glam-chic, con colori e fantasie a contrasto. Possono essere sobrie, nelle tinte unite, dall’ecrù al blù che ben si sposano con la corda della suola, ma anche eccentriche, col tacco e griffatissime.

Ai piedi delle star, mini zeppa per Jennifer Aniston e Cameron Diaz; Balenciaga con dettagli cut – out per Katie Holmes a spasso con la figlia Suri a Miami. Espadrillas nere con le frasi della sua <<Let love rules>> per il re del rock Lenny Kravitz – che ne ha firmato una capsule Collection maschile per Tom’s Shoes -, oversize per la <<Gossip girl >> Blake Livelli fra i set di New York.

Per un aperitivo in spiaggia o una cena a lume di candela ci sono i romantici modelli in macramè, con pietre e applicazioni. In poche parole, quando si parla di Espadrillas, da ormai molti anni, si parla di Estate!